TuttoSchermo       Chiudi      
X SETTIMANA DEL T.O. ANNO PARI - GIOVEDÌ
MESSALE 
 

Antifona d'Ingresso  Sal 26,1-2
Il Signore è mia luce e mia salvezza,
di chi avrò paura?
Il Signore è difesa della mia vita,
di chi avrò timore?
Proprio coloro che mi fanno del male
inciampano e cadono.

Dóminus illuminátio mea,
et salus mea, quem timébo?
Dóminus defénsor vitæ meæ, a quo trepidábo?
Qui tríbulant me inimíci mei, ipsi infirmáti sunt.

 
Colletta

O Dio, sorgente di ogni bene, ispiraci propositi giusti e santi e donaci il tuo aiuto, perché possiamo attuarli nella nostra vita. Per il nostro Signore...
 
Deus, a quo bona cuncta procédunt, tuis largíre supplícibus, ut cogitémus, te inspiránte, quæ recta sunt, et, te gubernánte, éadem faciámus. Per Dóminum.
 
LITURGIA DELLA PAROLA

 
Prima Lettura
  1 Re 18, 41-46
Elìa pregò e il cielo diede la pioggia.

Dal primo libro dei Re
In quei giorni, Elìa disse ad Acab: «Su, mangia e bevi, perché sento un rumore di pioggia torrenziale». Acab andò a mangiare e a bere. 
Elia si recò alla cima del Carmèlo; gettatosi a terra, pose la faccia tra le proprie ginocchia. Quindi disse al suo ragazzo: «Vieni qui, guarda verso il mare». 
Quegli andò, guardò e disse. «Non c'è nulla!». Elìa disse: «Tornaci ancora per sette volte». 
La settima volta riferì: «Ecco, una nuvoletta, come una mano d'uomo, sale dal mare». Elìa gli disse: «Và a dire ad Acab: Attacca i cavalli al carro e scendi perché non ti sorprenda la pioggia!». 
Subito il cielo si oscurò per le nubi e per il vento; la pioggia cadde a dirotto. Acab montò sul carro e se ne andò a Izreel. La mano del Signore fu sopra Elìa che, cintosi i fianchi, corse davanti ad Acab finché giunse a Izreel.

Salmo Responsoriale   Dal Salmo 64
Il tuo popolo, Signore, si nutre dei tuoi beni.

Tu visiti la terra e la disseti: 
la ricolmi delle sue ricchezze. 
Il fiume di Dio è gonfio di acque; 
tu fai crescere il frumento per gli uomini. 

Così prepari la terra: 
ne irrighi i solchi, ne spiani le zolle, 
la bagni con le piogge 
e benedici i suoi germogli. 

Coroni l'anno con i tuoi benefici, 
al tuo passaggio stilla l'abbondanza. 
Stillano i pascoli del deserto 
e le colline si cingono di esultanza.

Canto al Vangelo
    Gv 13,34
Alleluia, alleluia.

Vi do un comandamento nuovo, dice il Signore:
che vi amiate a vicenda come io ho amato voi.
Alleluia.


+ Vangelo  
Mt 5, 20-26
Chiunque si adira con il proprio fratello, sarà sottoposto a giudizio. 

Dal vangelo secondo Matteo
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Io vi dico: se la vostra giustizia non supererà quella degli scribi e dei farisei, non entrerete nel regno dei cieli. 
Avete inteso che fu detto agli antichi: Non uccidere; chi avrà ucciso sarà sottoposto a giudizio. Ma io vi dico: chiunque si adira con il proprio fratello, sarà sottoposto a giudizio. Chi poi dice al fratello: stupido, sarà sottoposto al sinedrio; e chi gli dice: pazzo, sarà sottoposto al fuoco della Geenna. 
Se dunque presenti la tua offerta sull'altare e lì ti ricordi che tuo fratello ha qualche cosa contro di te, lascia lì il tuo dono davanti all'altare e và prima a riconciliarti con il tuo fratello e poi torna ad offrire il tuo dono. 
Mettiti presto d'accordo con il tuo avversario mentre sei per via con lui, perché l'avversario non ti consegni al giudice e il giudice alla guardia e tu venga gettato in prigione. In verità ti dico: non uscirai di là finché tu non abbia pagato fino all'ultimo spicciolo!» .
 

Sulle Offerte
Quest'offerta del nostro servizio sacerdotale sia bene accetta al tuo nome, Signore, e accresca il nostro amore per te. Per Cristo nostro Signore.

Réspice, Dómine, quæsumus, nostram propítius servitútem, ut quod offérimus sit tibi munus accéptum, et nostræ caritátis augméntum. Per Christum.

 
Antifona alla Comunione  
Sal 17,3
Il Signore è mia roccia e mia fortezza: 
è lui, il mio Dio, che mi libera e mi aiuta.
 
Dóminus firmaméntum meum, et refúgium meum,
et liberátor meus. Deus meus adiútor meus.

 
Oppure:
   1 Gv 4,16
Dio è amore; chi sta nell'amore 
dimora in Dio, e Dio in lui.
 
Deus cáritas est,
et qui manet in caritáte in Deo manet et Deus in eo.

 
Dopo la Comunione
Signore, la forza risanatrice del tuo Spirito, operante in questo sacramento, ci guarisca dal male che ci sepàra da te e ci guidi sulla via del bene. Per Cristo nostro Signore.
 
Tua nos, Dómine, medicinális operátio, et a nostris perversitátibus cleménter expédiat, et ad ea quæ sunt recta perdúcat. Per Christum.
       Chiudi